Legge Sabatini Friuli Venezia Giulia

Sabatini Friuli Venezia Giulia

Quali sono le novità?

Dal 3 dicembre 2020 entrano in vigore le modifiche alle modalità operative della Sabatini Friuli Venezia Giulia approvate dal Decreto del Presidente della Regione n. 163/2020 pubblicato sul bollettino ufficiale il 2 dicembre 2020. Tra le principali novità si segnalano:

  • l’aumento del contributo
  • l’ampliamento della tipologia dei beni agevolabili
  • l’ammissibilità delle spese già sostenute
  • l’ammissibilità dei beni usati

Cos'è?

Agevolazioni per l’acquisto o il leasing di macchinari, impianti, attrezzature e beni strumentali di impresa, nonché hardware, software e tecnologie digitali.

A chi è rivolto?

Alle micro, piccole e medie imprese a alle grandi imprese che effettuano investimenti in un’unità locale localizzata in Friuli Venezia Giulia.

La sede o l’unità operativa deve essere già attiva o attivata entro i termini della rendicontazione dell’incentivo.

Come funziona?

Le operazioni finanziarie devono coprire almeno il 25% dei costi ammissibili. Sono comprese le spese per montaggio, collaudo, trasporto, imballaggio, formazione del personale, opere murarie nel limite del 15% del totale.

L’ammontare delle spese ammissibili all’agevolazione deve essere compreso tra 1.000 euro e 5.000.000 euro.

Sono ammissibili anche operazioni di importo superiore, ma l’agevolazione viene comunque calcolata nel limite degli importi massimi sopra indicati. Per esempio un’impresa che prende in locazione finanziaria un macchinario del costo di 6 milioni di euro riceve un’agevolazione calcolata sull’importo di 5 milioni di euro.

Nel caso di applicazione del regolamento (UE) 1407/2013, le domande possono essere presentate dalle imprese ai soggetti richiedenti anche dopo l’avvio dell’iniziativa e gli incentivi possono avere a oggetto spese sostenute a decorrere dal’1° gennaio dell’anno precedente a quello di presentazione della domanda da parte dell’impresa.

Fatta eccezione per gli incentivi concessi a una grande impresa ai sensi del dell’articolo 14 del regolamento (UE) n. 651/2014, sono ammissibili anche i beni usati a condizione che il venditore rilasci una dichiarazione attestante l’origine dei beni, l’acquirente rilasci una dichiarazione attestante che le caratteristiche tecniche dei beni usati sono conformi alle norme e standard pertinenti ed alleghi una perizia di stima redatta da esperto indipendente rispetto al soggetto beneficiario scelto dal soggetto richiedente attestante la congruità dei costi concernenti beni usati ammissibili.

Quali settori sono agevolabili?

Possono ottenere le agevolazioni le imprese che operano in tutti i settori ad eccezione di:

  • produzione primaria di prodotti agricoli
  • pesca e acquacoltura

Alcune limitazioni sono inoltre previste per i seguenti settori: industria carboniera, siderurgia, costruzioni navali, fibre sintetiche, trasporto, produzione e distribuzione di energia e infrastrutture energetiche.

Qual è l’agevolazione?

Il contributo in conto capitale è calcolato sulla spesa ammissibile nelle seguenti misure:

  • 10% per importi fino a 500.000 euro;
  • 7,5% per importi superiori a euro 500.000 e fino a 2.500.000 di euro
  • 5% per importi superiori a 2.500.000 di euro

I contributi della Sabatini Friuli Venezia Giulia sono cumulabili con altre agevolazioni pubbliche concesse per le medesime spese (p. es. FRIE, Fondo per lo sviluppo, Sezioni anticrisi, e Nuova Sabatini “Beni strumentali”) a condizione che tale cumulo non comporti il superamento delle intensità massime previste dall’articolo 17 del Regolamento GBER 651/2014.

Come richiedere l’agevolazione?

L’impresa presenta la domanda di intervento a banche, società di leasing e confidi convenzionati (c.d. soggetti richiedenti) che, a loro volta, presentano domanda di agevolazione al Gestore esclusivamente attraverso il nuovo Portale web messo a disposizione dal Gestore stesso.

I soggetti richiedenti devono presentare la richiesta di intervento al soggetto gestore entro

  • 12 mesi dall’avvio dell’investimento

ovvero

  • 12 mesi dalla presentazione della domanda da parte dell’impresa nel caso di agevolazione che ha a oggetto spese già sostenute

L’agevolazione è deliberata dal Comitato Agevolazioni Mediocredito Centrale.

Come convenzionarsi?

Banche, società di leasing e confidi devono compilare l’apposito modulo e inviarlo al Gestore all’indirizzo PEC nuovasabatini@postacertificata.mcc.it

Anche i soggetti richiedenti in possesso delle credenziali per il vecchio portale devo inviare il modulo per le nuove credenziali.

Elenco banche, società di leasing e confidi convenzionati

Come richiedere informazioni?

Per informazioni scrivere a:

oppure telefonare ai referenti territoriali:

  • Ettore Filippi – Area manager Artigiancassa Area Nord Est – Veneto e Friuli V.G. – Cell: 366 660 1917
  • Michele Borga – Artigiancassa Area Nord Est – Veneto e Friuli V.G – Cell: 366 660 1920

A chi rivolgersi sul territorio?

Agli sportelli territoriali di Artigiancassa S.p.A. presso Confartigianato Imprese Friuli Venezia Giulia:

Provincia di Gorizia
Confartigianato Imprese Gorizia
Viale XXIV Maggio 1 – Gorizia

Provincia di Pordenone
Unione degli Artigiani e delle Piccole e Medie Imprese della provincia di Pordenone
Via dell’Artigliere 8 – Pordenone

Provincia di Trieste
Associazione Artigiani Piccole e Medie Imprese di Trieste – Confartigianato
Via Cicerone 9 – Trieste

Provincia di Udine
Unione Artigiani Piccole e Medie Imprese – Confartigianato
Via del Pozzo 8 – Udine

Moduli e normativa

Per la normativa che regola l’agevolazione, i facsimili dei moduli e la documentazione utile per la presentazione della domanda clicca qui.

Nella stessa pagina  sono disponibili normativa e moduli per le operazioni presentate dal 17 ottobre 2019 al 2 dicembre 2020 e per quelle presentate fino al 16 ottobre 2019.

Il Gestore

Raggruppamento temporaneo di imprese formato da Mediocredito Centrale (capofila) e Artigiancassa.

 

Amministrazione trasparente: per le informazioni relative ai provvedimenti di concessione vai alla sezione dedicata del sito della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.